Mercoledì 06 Aprile 2011

Elisa, l'aria rarefatta del nord
per due sere sul palco del Sociale

Non è la prima volta che Elisa, 33 anni, all'anagrafe Elisa Toffoli, calca le assi del Teatro Sociale di Como, sala che l'artista di Monfalcone (Go) ha ricordato con particolare affetto in una recente intervista al giornale, ma l'occasione che si svilupperà in due atti, mercoledì 6 e giovedì 7 aprile, è davvero da non perdere. In scena, infatti, andrà la magia del tour "Ivy I & II", che la cantante sta portando in giro con successo per la Penisola. Lo spettacolo, costruito attorno alle canzoni del suo ultimo album "Ivy", sembra tagliato da un abile sarto sulla personalità riservata dell'artista, che in questa occasione sceglie di ripercorrere le tappe fondamentali della sua carriera rileggendole secondo un gusto molto nordico, scandinavo, fatto di arrangiamenti rarefatti, a tratti minimali, con l'ausilio di strumentazioni atipiche ed evocativi cori.  Sullo sfondo immagini e suggestioni capaci di trasformare in sogno l'immaginario poetico e stratificato dell'Elisa autrice e musicista. "Amo le sensazioni che mi danno i gruppi di pop rock acustico di quelle latitudini"-aveva confessato l'artista alla vigilia, citando come fonte d'ispirazione Sigur Ros, Kings of Convenience e Mùm. Non a caso il docu-film di 50 minuti contenuto nel dvd di "Ivy" è stato diretto da Denni Karlsonn, noto proprio per le collaborazioni con gli islandesi Sigur Ros. Le immagini ritraggono Elisa nello scenario naturale di Arte Sella in Valsugana mentre con uno stile singolare, tra parole e musica, tra fluttuazioni oniriche e natura, racconta la nascita di quest'opera. Saranno due serate diverse e complementari, ma godibili anche singolarmente, ognuna caratterizzata da un particolare respiro e da trovate scenografiche sobrie ma di grande effetto, così come è nel carattere della protagonista, che in questa dimensione riesce ad esprimere, come mai prima, la sua naturale capacità interpretativa, abbandonandosi alla musa che ne anima i gesti e la voce. In scaletta anche gli inediti di "Ivy". In primo piano "Some time ago", il suo singolo più recente, insieme ad alcune riletture di pagine rock particolarmente care all'artista rivelata da Caterina Caselli e cresciuta senza passi falsi, passando dalla vittoria al festival di Sanremo, era il 2001, alle scene internazionali, complice la sua naturale predisposizione alla scrittura in lingua inglese. Il debutto discografico è del 1997, con il pluripremiato "Pipes & Flowers",  seguito, nel 2000, da "Asile's world". Più recentemente, in molti,  la ricorderanno sul palco di S.Siro, in una serie di travolgenti duetti al fianco di Laura Pausini, Gianna Nannini e Giorgia nello spettacolo benefico a favore dell'Abruzzo colpito dal terremoto. Momenti che sono entrati nella storia della musica italiana, consacrandola come donna, ora anche madre, di rara sensibilità e superiore voce. Gli ultimi biglietti per assistere allo spettacolo, inizio alle 21, sono in vendita alle casse del Teatro Sociale al prezzo di 69 Euro per la platea, 46 euro galleria parapetto e 34,50 Euro galleria ranghi. Infoline 031/270170.

Fabio Borghetti   

b.faverio

© riproduzione riservata

Tags