Lunedì 09 Maggio 2011

Daverio, le "Primavere"
chiudono... in bellezza

di Carla Colmegna

"La bellezza come scelta e come valore" è il tema dell'ultimo incontro della rassegna "Le primavere di Como" organizzata dal nostro quotidiano. Al tavolo dei relatori, giovedì alle 20.45, salirà Philippe Daverio, giornalista e conduttore tv esperto è un giornalista, conduttore televisivo e critico.
Daverio sarà chiamato in città a discutere su un tema che gli è proprio e che verrà analizzato nelle sue diverse connotazioni. A palazzo Terragni, sede dell'incontro di giovedì, si parlerà infatti di bellezza intesa come emozione, trasmessa da un'opera d'arte, ma anche dalla visione di una persona piacevole dal punto di vista fisico, o ancora da un paesaggio o da un'opera prodotta dall'ingegno umano.
Daverio, facendo appello alla sua grande preparazione ed esperienza di analisi e studio del concetto del bello, dibatterà con i pubblico puntando la sua attenzione sulla scelta e sul valore come accezioni abbinabili al significato e alla percezione della bellezza.
La serata di questa settimana segna il traguardo di un'esperienza positiva vissuta dal pubblico, sempre numeroso, che ha fino a questo momento riempito le sedi delle conferenze de "Le primavere di Como".
Quattro incontri in totale che hanno preso avvio, a marzo, da quello tra il vescovo, monsignor Diego Coletti e l'economista Luigino Bruni, il 30 marzo nella chiesa di San Giacomo sul tema "Il benessere e le sue misure (non si vive di solo Pil)". Il secondo incontro ha messo a confronto le idee dell'economista Loretta Napoleoni con quelle del filosofo Silvano Petrosino il 14 aprile nella stessa sede, tema "Il valore delle cose (il prezzo trasparente)"; nel terzo, il 28 aprile sempre in San Giacomo, il tema "Il valore del sapere (professionalità o destrezza)" è stato analizzato dal giornalista Gad Lerner e dal sociologo Mauro Magatti.
Giovedì sera a palazzo Terragni, la chiacchierata con Philippe Daverio, di fatto metterà il sigillo sulla rassegna e darà l'appuntamento ai comaschi con le prossime iniziative de "La Provincia".

v.fisogni

© riproduzione riservata

Tags