Martedì 17 Maggio 2011

Test al "Citta' di Cantu'"
"I giovani lontani dai classici"

CANTU' - Ha preso il via ieri la ventunesima edizione del Concorso Internazionale per pianoforte e orchestra Città di Cantù.
Ieri, al tatro San Teodoro, sono iniziate le fasi eliminatorie dei Concerti Classici. Emozionati i candidati che si sono cimentati nelle varie fasi. Rispetto alla scorsa edizione, in cui vi erano non pochi talenti, in quella di quest'anno sembra esserci una maggiore uniformità, a scapito del "genio" che tende ad emergere. Alla semifinale, con pianoforte e orchestra, dovrebbero essere ammessi sedici candidati (ma potrebbero essere anche meno, dopo quanto ascoltato). «I giovani - ha sottolineato il M° Vincenzo Balzani, direttore artistico del concorso e vice presidente della giuria - si stanno allontanando mediamente dallo studio e dalla formazione dei classici. Le nuove generazioni sembrano affrontare più volentieri i romantici moderni». Più numerosi sono infatti gli iscritti ai Concerti Romantici. Fra i vari candidati ascoltati ieri tre hanno affascinato in modo particolare: il giapponese Takasaki Sato, l'ucraina Kateryna Titova e la francese Aurélie Samani. Takasaki Sato, considerato uno dei più importanti pianisti giapponesi della sua generazione, ha già ottenuto prestigiosi riconoscimenti.
L'ucraina Kateryna Titova è nata nel 1983 e ha iniziato a studiare pianoforte all'età di cinque anni. Ha debuttato in pubblico nel 1997 con Mozart.
Aurélie Samani è una giovane pianista originaria del Sud-Ovest della Francia. Durante i suoi studi musicali ha incontrato diverse personalità, che hanno segnato profondamente il suo percorso artistico. A quattordici anni, durante un viaggio in Polonia, ha avuto il privilegio di suonare nella casa natale di Chopin a Zelazowa Wola. Questa esperienza è stata determinante al fine di intraprendere la carriera musicale.
Abbiamo conversato con lei dopo la sua esibizione, ancora visibilmente emozionata, ma determinata e sicura di se stessa.
La curiosità di rito è sapere come abbia saputo del Concorso pianistico di Cantù. «Tramite Internet e ho deciso di partecipare - h aspiegato la Samani - Al di là del risultato, la considero un'esperienza fondamentale. Molto utile per continuare e progredire nel mio percorso artistico. Posso confrontarmi con altri concorrenti provenienti da varie nazionalità. Spero di migliorare e continuare in quella che per me sarebbe un'affascinante carriera». La pianista è molto interessata: «alla musica contemporanea, del XX secolo».   
Le più giovani partecipanti al concorso sono due ventenni: la cinese Song Yang e l'italiana Floriana Franchina, 20 anni.
Oggi (dalle 9 alle 20) le eliminatorie dei Concerti Romantici. Alle 12.15 Aurélie suonerà il primo Concerto di Chopin e alle 16.15 (ca.) Kateryna il secondo di Rachmaninov. 
Alberto Cima

c.colmegna

© riproduzione riservata