Domenica 24 Febbraio 2013

Storia tessile al macero
così s'è persa la memoria

Si deve a Luigi Basso se l'Istituto di storia contemporanea Perretta di Como ha potuto raccogliere 17 faldoni di documenti della più importante tinto-stamperia cittadina, chiusa nel 1982, dopo 111 anni di attività. Per la prima volta, ecco le immagini di un documento inedito: andati al macero i campionari dei tessuti, i dati sull'attività di ricerca tessile, i disegni prodotti per decine di aziende di moda.

v.fisogni

© riproduzione riservata