Lunedì 29 Giugno 2009

Paolo Cevoli si traveste da Rossini
In piazza tra gaga e musica classica

Concerto? Cabaret? Comicità? Musica classica? C’è tutto questo e molto altro nello show Ma se mi toccano… che va in scena, il 30 giugno, alle 21.30 nel piazzale Maestri Campionesi di Campione d’Italia. Per il nuovo appuntamento con la rassegna Estate da Campione, il pubblico potrà applaudire, in una veste davvero inedita e sorprendente un personaggio popolare che i più identificano con la scena cabarettistica e con Zelig.

Si parla di Paolo Cevoli, il sanguigno romagnolo che da anni porta in scena personaggi surreali ed “energici” come Cangini Palmiro, simpatico Assessore alle Attività Varie ed Eventuali del Comune di Roccofritto, ma anche l’imprenditore Teddi Casadey e Lothar il sostituto con il certificato. Questa volta però, vedremo un Cevoli diverso, che per un attimo abbandona i suoi alter ego più strampalati e che si  impegna  nientemeno che in quello che ama definire “divertissement rossiniano”. Per questo particolare allestimento era necessaria  una fusione tra la vis comica ruspante “made in Romagna” di Cevoli e la musica.
Detto fatto, il comico è in tournèe con l’Ensemble Italiano di Fiati e con questo gruppo di musicisti disposti a mettersi in gioco, si diverte a porre mano, a suo modo, nella musica e nella vita di Gioachino Rossini. Sarà dunque uno spettacolo tra note e parole: l’esecuzione delle trascrizioni ottocentesche di Wenzel Sedlak e Johann Wendt delle più note pagine del genio musicale pesarese  per ottetto classico di fiati (2 corni, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 oboi cui si aggiungono il contrabbasso e 2 trombe), saranno mescolate, durante lo spettacolo, ai  monologhi di Paolo Cevoli.

Di cosa ci parlerà il simpatico attore? Certamente il tema sarà il bel canto di cui Cevoli ricostruirà, in modo divertente ed ironico, le atmosfere, le situazioni storiche, i personaggi con i loro vezzi e tutto il mondo suggestivo e colorato che ruotava intorno al melodramma nel momento del massimo splendore. Naturalmente si parlerà delle opere di Rossini: dal Barbiere di Siviglia alla Cenerentola, dal Turco in Italia al Guglielmo Tell, con riferimenti precisi alla storia della musica e relativi momenti di ascolto, grazie agli orchestrali. Insomma, conosceremo in modo diverso, ma a suo modo rigoroso, l’opera di Rossini e il mondo in cui la sua ispirazione vide la luce, grazie all’entusiasmo di un comico e di una formazione orchestrale appassionati e intenzionati a divertirsi con il pubblico.
Una serata dunque davvero interessante nella stagione campionesse anche perché il comico di Zelig, laureato in giurisprudenza e noto perché si autodefinisce “imprenditore con l’hobby del cabaret” saprà dare ulteriore e diverso smalto ad un concerto tradizionale, rendendolo godibile anche per chi, solitamente, non segue il genere della musica classica.
Sara Cerrato
Ma se mi toccano… Campione d’Italia, piazzale Maestri Campionesi, 30 giugno, ore 21.30. Ingresso libero. Info: 004191/6495051, www.campioneitalia.com.

c.colmegna

© riproduzione riservata

Tags