A Cantù  omaggio a De André  ricordando “Spoon River”
Marco Belcastro

A Cantù omaggio a De André

ricordando “Spoon River”

Questa sera al teatro San Teodoro con l’attore Christian Poggioni e il musicista Marco Belcastro. Ingresso gratuito

È uno dei dischi più belli di Fabrizio De André, scritto con il futuro Premio Oscar Nicola Piovani e adattato, assieme al giornalista Giuseppe Bentivoglio, dall’“Antologia di Spoon River” di Edgar Lee Masters, lettura imprescindibile per una generazione.

Stasera alle 21 quello storico capolavoro del 1971 torna sulla scena grazie a “Occupy San Teodoro”: sul palco di via Corbetta 7 a Cantù l’attore Christian Poggioni e il musicista Marco Belcastro riporteranno in vita quelle canzoni (l’ingresso è libero).

E non è uno scherzo perché, come tutti sanno, quelli che “dormono, dormono sulla collina” sono i trapassati di una valle, che ammoniscono dalle lapidi ricordando la sovente non bella vita, la talvolta tremenda, più spesso banale morte, in mezzo i ben pochi miracoli. Alle canzoni, interpretate da Belcastro, si mescolano le letture di Poggioni che a Masters sposa i poeti della beat generation: fu Fernanda Pivano, grande sostenitrice e traduttrice di quegli autori, la prima a portare “Spoon River” in Italia. Fu quella prima edizione del 1943 ad attrarre un giovane De André.


© RIPRODUZIONE RISERVATA