Aida affidata ad Alessio Pizzech  Sarà lui a dirigere i “200.Com.”
Alessio Pizzech

Aida affidata ad Alessio Pizzech

Sarà lui a dirigere i “200.Com.”

Svelata l’identità del regista che firmerà l’opera partecipata del 2020 del Teatro Sociale di Como

È ormai svelata, anche per la nuova edizione di “200.Com. Un progetto per la città”, l’identità del regista che firmerà lo spettacolo di opera partecipata divenuto fiore all’occhiello del Festival Como Città della Musica. “Aida” che vedremo, in Arena, la prossima estate, avrà la regia di Alessio Pizzech.

Per il particolare compito di dirigere una macchina di spettacolo ampia e articolata, che include gli ormai famosi e apprezzati cittadini prestati alla lirica, Aslico ha scelto una figura professionale di vasta esperienza che spazia tra il teatro musicale, la prosa e l’attività di direttore artistico.

Dotato di grande energia, che riesce a comunicare a chi lavora con lui e al pubblico, Pizzech, ha messo in scena circa centocinquanta spettacoli fra prosa e lirica, collaborando con tutti i principali teatri e festival italiani. Per la prima volta, ora, si accinge a collaborare con Teatro Sociale di Como – Aslico.

Per citare solo le sue regie più recenti e apprezzate, ricorderemo il “Rigoletto”, del Teatro Comunale di Bologna nel 2016; la ritrovata commedia per musica di Pietro Antonio Cesti “Le nozze in sogno” all’Innsbrucker Festwochen der Alten Musik e al Mozarteum di Salisburgo (agosto 2016). Vanno citati poi “Ehi Giò”, Progetto Opera Nova 2016 del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, “Turandot” (settembre 2016) e “Traviata” (settembre 2017) al Japan Opera Festival, infine “Le imperdonabili”, azione scenica con musiche di Silvia Colasanti in scena al Teatro Sperimentale di Ancona nel gennaio 2017.


© RIPRODUZIONE RISERVATA