Martedì 04 Giugno 2013

Aterballetto al Piccolo

La danza fa miracoli

Una coreografia dello spettacolo

Una danza nuova e immaginifica che mette d’accordo appassionati e grande pubblico. È questo il “miracolo” di Aterballetto.

Una danza nuova e immaginifica che mette d’accordo appassionati e grande pubblico. È questo il “miracolo” di Aterballetto.

La prestigiosa formazione di Reggio Emilia è in scena, mercoledì e giovedì sera, al Piccolo Teatro Strehler di Milano. Lo spettacolo è intitolato “Serata Haendel”, poiché i danzatori della compagnia, tutti solisti che sono in scena da soli, in duo o in formazione corale, si muovono proprio sulle note del grande genio tedesco.

Le due coreografie che vengono rappresentate durante la serata sono ideate dal famoso coreografo Mauro Bigonzetti, figura carismatica per Aterballetto, artista vero che ha saputo, con la sua cultura della danza ma anche con uno sguardo rivolto alla tradizione e alla modernità, a innestare un processo di profondo rinnovamento.

La danza di Aterballetto conquista i profani ma non per questo è guardata con diffidenza dagli appassionati del genere classico.

Basandosi sulle note di Haendel, che, secondo Bigonzetti creano “un vortice che sembra trasmettere un’eco di spazi infiniti”, il coreografo propone due momenti coreografici.

Si parte con “Come un respiro” definito “inno alla danza pura”, sulle musiche delle Suites for keyboards eseguite da Keith Jarrett.

La seconda coreografia è “InCanto”, ispirata all’Orlando furioso di Ariosto, sorprendentemente moderno e arricchito anche dalle video installazioni dell’artista Angelo Davoli.

Inizio spettacoli: 20.30. Biglietti da 33 a 18 euro. Info: 848.800.304 o sul sito www.piccoloteatro.org.

© riproduzione riservata