Como bussa all’Unesco  con la danza e la seta
Sabrina Brazzo: una delle protagoniste della serata al Sociale di Como

Como bussa all’Unesco

con la danza e la seta

Balletto: primi ballerini e solisti della Scala stasera a Como in un omaggio speciale a Nureyev

È arrivata la serata di “La seta accarezza Nureyev. Il filo d’oro che lega la danza delle virtù”.

Oggi, sabato 27 aprile, alle 20.30, al T eatro Sociale di Como va in scena un appuntamento fuori stagione che si annuncia coinvolgente e anche ricco di sorprese. Nella sala comasca arriveranno dieci Primi ballerini e Solisti del Teatro alla Scala di Milano. Si tratta di Martina Arduino, Sabrina Brazzo, Beatrice Carbone, Virna Toppi, Vittoria Valerio, Marco Agostino, Claudio Coviello, Nicola Del Freo, Federico Fresi, Mick Zen i.

Un cast prestigioso a cui si aggiunge la partecipazione sul palco di Daniel Lumera, che con la sua voce guiderà in un particolare percorso. La danza, in questa serata, vuole rendere omaggio, come detto, al grande Nureyev e per questo verranno proposte in scena alcune delle sue più celebri coreografie. Non meno importante è anche un altro obiettivo che ha a che fare con Como e la sua realtà.

Lo spettacolo sarà infatti un’occasione per far “danzare la seta”. L’idea degli organizzatori è quella di rendere onore al settore tessile per cui Como è diventata famosa nel mondo, in vista della candidatura a Città Creativa Unesco, sostenuta dagli Amici di Como e da molte forze cittadine. In tre particolari momenti coreografici che verranno proposti in apertura e che sono creati ad hoc, i danzatori, infatti, introdurranno nella loro performance l’utilizzo di un drappo di seta lungo dieci metri. Una sperimentazione che unisce la leggerezza della danza a quella della seta. Non si tratta solo di un omaggio ad una pur importante realtà industriale ma anche di una riflessione su come la seta abbia unito Occidente e Oriente tra commerci, cultura, arte.

I temi della prima parte saranno così articolati: si partirà con la coreografia “La Purezza e l’Innocenza”, firmata da Beatrice Carbone e interpretata da Vittoria Valerio su musiche di Yruma. Seguirà poi “Il Perdono”, coreografato da Antonella Albano e interpretato da Beatrice Carbone e Federico Fresi, su musiche di Giovanni Battista Pergolesi. La pima parte si chiuderà con “La Consapevolezza”, su coreografie di Sabrina Brazzo che ne è anche interprete su musiche di Chopin.

Seguirà poi l’omaggio a Nureyev con i grandi classici del repertorio ballettistico da “Il Corsaro”, “Giselle” e “Don Chisciotte”, accanto a coreografie neoclassiche e contemporanee. “Il lago dei cigni”, “Cantata”, “Mission”, “El desierto”, “Schiaccianoci”, “Carmen”. La serata avrà anche un duplice scopo benefico. Parte del ricavato, infatti, sarà devoluto a due importanti iniziative di carattere sociale ed educativo.

Il primo è School for Children, per migliorare attraverso l’educazione scolastica e lo sviluppo di progetti, la qualità di vita dei bambini dall’infanzia all’adolescenza. C’è poi My Life Design Foundation, per educare alla consapevolezza attraverso i valori della realizzazione della cooperazione per la pace e del perdono. I biglietti costano da 40 a 20 euro. Info e acquisto: www.teatrosocialecomo.it e 031/270170.


© RIPRODUZIONE RISERVATA