Como ispira i registi:
oggi le proiezioni

Alle 20.30, all’oratorio di San Bartolomeo, in via Rezia 4, in una serata pubblica, i corti dei cineasti di “Cinemadamare” girati in una settimana

Como ispira i registi: oggi le proiezioni
Una troupe al monumento “Light Electric” di Libeskind
(Foto di Foto Brunialti)

Dal 18 agosto, per il secondo anno consecutivo, Cinemadamare è approdato in città grazie al contributo della “Fondazione Comasca”. È la più grande manifestazione di Filmmakers al mondo, giunta alla ventesima edizione, torna a Como con sessanta filmmakers provenienti da oltre quaranta Paesi del mondo.

La tappa comasca è una delle tante che, dall’ 11 giugno al 16 settembre, la Carovana di Cinemadamare tocca – partendo da Roma - attraverso Milano, Pisa, Sepino, Castellammare del Golfo e Villanova Monteleone. Dal 2003 il raduno di giovani cineasti regala emozioni. Con il contributo di “Fondazione Comasca”, che agisce a sostegno del Campus Itinerante, i filmmaker, nella settimana di permanenza a Como, hanno scritto le loro storie, cercato le location e girato le scene.

«L’iniziativa di Cinemadamare è una delle più interessanti e innovative che Como abbia mai ospitato e siamo ben felici di poter ospitare di nuovo tutti questi giovani artisti», ha dichiarato Alessio Sala Tenna della Fondazione Comasca

Stasera alle 20.30, presso l’oratorio San Bartolomeo di via Jacopo Rezia 4, in una serata aperta al pubblico, tutti i cortometraggi prodotti verranno immediatamente proiettati, a chiudere la Weekly Competition. Saranno ventidue in tutto, diretti da Alex Jallow dal Gambia; Ernesto Campoy dal Messico; Sylvain Elfassy, Marguerite Lefranc e Edouard Lemiale dalla Francia; Marie Guimond Simard dal Canada; Pascal DiBetta dagli Stati Uniti; Augustin Munoz dal Chile; Mariko Kieffer da Francia e Giappone; Aretha Iskandar da Francia e Indonesia; Mauro Henriquez dall’ Argentina.

La tappa comasca è una delle tante che, dall’ 11 giugno al 16 settembre, la Carovana di Cinemadamare tocca – partendo da Roma - attraverso Milano, Pisa, Sepino, Castellammare del Golfo e Villanova Monteleone

Inoltre Stefano Cacciavillani dall’Argentina; Henning Ashmutat dalla Germania; Christopher De La Cruz dagli Stati Uniti; Manuel Rosa dall’ Uruguay; Christian Bunea dal Canada, Tiziana Troiano dalla Svizzera. Gareggiano invece per l’Italia: Flaviano Vasselli, Bex Di Maggio, Aurora Staro, Sara Milano, Giovanna De Luca, Diego Rubiera e Lorenzo Sammicheli.

Nella stessa occasione saranno proclamati i vincitori, prima che il viaggio continui per le ultime tappe. «L’iniziativa di Cinemadamare è una delle più interessanti e innovative che Como abbia mai ospitato e siamo ben felici di poter ospitare di nuovo tutti questi giovani artisti provenienti da ogni parte del mondo», ha dichiarato Alessio Sala Tenna della Fondazione Comasca. «Siamo estremamente orgogliosi di essere fautori di tale progetto e non vediamo l’ora di vedere cosa hanno in serbo per noi quest’anno i cineasti italiani e stranieri di Cinemadamare». I cineasti hanno utilizzato nei loro lavori le zone caratteristiche e d’impatto, con dei risultati oltre ogni aspettativa, sfruttando al meglio le bellezze che la città comasca sa regalare a partire dal lago, per passare al Tempio Voltiano, proseguendo per la Basilica di Sant’Abbondio, fino ad avventurarsi per la Funicolare Como-Brunate.

La città non ha lasciato indifferenti i partecipanti, che fin dal loro arrivo qui sono apparsi entusiasti: così ad esempio Patricia Wakim, proveniente dal Libano: «Sono solo da pochi giorni a Cinemadamare, ma sono già stata coinvolta in innumerevoli progetti e anche a me sta aumentando la voglia di girare il mio cortometraggio. Penso che Como sia un ottimo luogo dove poter sviluppare e far nascere la mia idea».

© Riproduzione riservata

© RIPRODUZIONE RISERVATA