I vip: «Grazie ragazzi»,  secondo video  per la Fondazione Volta
Luca Levrini

I vip: «Grazie ragazzi»,

secondo video

per la Fondazione Volta

Dopo il successo del primo video, Fondazione Alessandro Volta prosegue con il progetto #seeyouasap per sensibilizzare i giovani circa l’importanza di tenere comportamenti adeguati a contenere la diffusione del coronavirus

Dopo il successo del primo video, Fondazione Alessandro Volta prosegue con il progetto #seeyouasap per sensibilizzare i giovani circa l’importanza di tenere comportamenti adeguati a contenere la diffusione del coronavirus.

Dopo l’apparizione di Esteban Frigerio, protagonista del reality “Il collegio”, che ha letteralmente spopolato, il nuovo filmato , già on line e realizzato sempre da Olo Creative Farm, può contare su numerosi volti noti dell’informazione, della musica, dello sport quali Alessandro Cecchi Paone (ingaggiato di recente proprio dalla Fondazione per rilanciare Como) Al Bano Carrisi, Alessandro Sallusti, Natasha Stefanenko, Javier Zanetti, Nina Zilli, Beppe Convertini, Andrea Giuliacci e Alberto Naska.

«Sono felice che abbiano voluto dare il loro contributo e supporto al video di Esteban Frigerio – commenta il presidente Luca Levrini – Sono numerosi in questo momento, su social e gli organi di stampa, messaggi video da parte di personaggi famosi che vogliono trasmettere forza e dare suggerimenti. Normalmente la ripetizione trasforma i messaggi in noiosi e scontati, tanto da ridurne la tensione e l’interesse. In questo caso, invece, il ripetere diventa coro che amplifica il messaggio, emozione collettiva che diventa eco di sentimenti mai come ora condivisi. Fondazione Volta si è voluta concentrare sui ragazzi, su coloro che, nonostante la giovane età, sentono già forte le responsabilità che la vita dà. Per questo abbiamo ritenuto importante realizzare un messaggio di sostegno e incoraggiamento verso di loro. Uno stimolo da parte di personaggi famosi e adulti, che guardano a loro come cittadini responsabili, protagonisti, coscienti che il loro impegno è fondamentale».
Alessio Brunialti


© RIPRODUZIONE RISERVATA