Musica e paesaggio: è il Festival di Bellagio

Rassegne La “creatura” musicale di Rossella Spinosa dal 21 giugno affronta un tour tra città e lago

Musica e paesaggio: è il Festival di Bellagio
Un momento dell’edizione dello scorso anno del Festival di Bellagio e del Lago di Como

È già online il calendario dell’undicesima edizione del Festival di Bellagio e del Lago di Como, come sempre ricchissimo, che si snoderà dal 23 giugno al 26 agosto. Sono ben 22 gli appuntamenti organizzati da Rossella Spinosa, ideatrice e direttore artistico di una manifestazione che nasce per celebrare il secondo centenario della nascita di Franz Liszt e che, nel corso degli anni, ha ampliato il suo raggio di azione in ogni senso, musicale, ma anche geografico, venendo a proporre un vero e proprio modello di turismo culturale.

Percorsi eterogenei

Un cartellone di concerti classici di tale estensione, non poteva fare a meno di una propria formazione: è nata così, nel 2012, la Bellagio Festival Orchestra, affidata alla direzione di Alessandro Calcagnile che, anche quest’anno, condurrà il pubblico in percorsi musicali eterogenei, a cominciare da quello inaugurale, giovedì 21 giugno alle 21, al Grand Hotel Villa Serbelloni di Bellagio.

Musiche di Boccherini, Donizetti, Ricci, Piccinni, Salieri e Traetta, solista al violino Luca Santaniello. Prima tappa fuori provincia già sabato 25: sarà, infatti, la Basilica di San Nicolò a Lecco, a ospitare la Bfo impegnata in pagine di Vivaldi e Donizetti, solisti Annamaria Calciolari, Ilaria Molinari, Luciano Grassi e Davide Rocca, mentre si resta a Bellagio per i concerti immediatamente successivi: il 26 giugno nella Chiesa dei Santi Materno e Ambrogio, il 1° luglio nella Basilica di San Giacomo, il 3 nella chiesa dei Santi Materno e Ambrogio, il 9 alla Fondazione Rockefeller per il “Concorso internazionale per concertisti” con i concerti dei finalisti (sezione fiatisti) e domenica 10, ancora nella Chiesa dei Santi Materno e Ambrogio.

Tempio Voltiano

Mercoledì 13 tappa a Villa Lario di Mandello per un evento particolare, dedicato alle musiche per il cinema di Bacalov, Morricone, Rota, Piovani e Carpi. Il 15 luglio trasferta a Blevio, nella chiesa dei Santi Gordiano ed Epimaco, per tornare a Bellagio il 16 prima di approdare, finalmente, a Como domenica 17, nel pomeriggio, al Tempio Voltiano. In quella suggestiva cornice, solisti i fratelli Francesco e Stefano Parrino, rispettivamente violinista e flautista, apprezzatissimi in tutta Italia, per un repertorio prezioso incentrato su Monteverdi e Scarlatti, ma anche su Caldara e Fontana. La sera stessa, l’Orchestra sarà a Lezzeno, nella Chiesa dei SS. Quirico e Giulitta, diretta da Fabio Pirola. Altre due performance bellagine il 21 e il 23 luglio mentre domenica 24 il Festival prosegue un fortunato gemellaggio con la manifestazione letteraria Zelbio Cult, nella chiesa di San Paolo Converso, per l’occasione diretta da Eddi De Nadai, solista Raffaele Trevisani.

Giovedì 28 al Serbelloni si ascolterà un altro ensemble, l’Orchestra Zephyrus che vedrà come direttore e solista Marco Zoni. Altri appuntamenti fuori sede il 30 luglio a Varenna, nella chiesa di San Giorgio, e il 31, a Erba, nello splendido teatro all’aperto Licinium.

Quattro i concerti annunciati in agosto, il 4 a Menaggio, gli altri – il 6, il 12 e il 26 – a Bellagio. Il programma completo è disponibile sul sito www.bellagiofestival.com.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}