Albavilla, bimba scappa   E si salva dall’orco nel bosco
Il campeggio dell’oratorio di Albavilla si trove nel verde del boschi dell’Alpe del Vicerè (Foto by bartesaghi)

Albavilla, bimba scappa

E si salva dall’orco nel bosco

È stata avvicinata da uno sconosciuto di circa 60 anni a margine del Grest dell’oratorio all’Alpe del Vicerè Le urla hanno messo in fuga il bruto

Il peggiore degli incubi spaventa le famiglie di Albavilla e lascia la comunità sotto choc. Nel pomeriggio di mercoledì un pedofilo ha avvicinato una bambina di 10 anni che si trovava al campeggio dell’oratorio parrocchiale all’Alpe del Viceré. In pochi attimi la bambina è stata attratta nell’area a margine della boscaglia e qui l’uomo ha tentato di circuire la piccola, che però ha subito capito il pericolo che correva e si è messa a gridare chiedendo aiuto e scappando per ritornare verso la comitiva dei ragazzi e dei bambini dell’oratorio. L’uomo, di età apparente tra i 60 e i 65 anni, si è dato alla fuga.

La notizia si è diffusa tra le famiglie seminando una certa preoccupazione. L’episodio è avvenuto intorno alle 17, poco prima del termine della giornata oratoriana: i bambini scendono dall’Alpe ogni giorno in due turni, un gruppo alle 17.30 e un gruppo alle 18.30. Sull’episodio è stata presentata ai carabinieri una denuncia contro ignoti. Gli investigatori hanno raccolto la testimonianza della bambina che ha descritto il molestatore con dovizia di particolari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA