Baritono alticcio regala corso di canto  E così il giudice lo perdona
La casa di cura Villa San Benedetto (Foto by archivio)

Baritono alticcio regala corso di canto

E così il giudice lo perdona

Trovato ubriaco al volante, aveva chiesto la messa alla prova. Grande successo tra gli ospiti di Villa San Benedetto ad Albese

Una storia di riscatto e di riabilitazione, che ha permesso a tante persone di godere della bellezza delle musiche della tradizione operistica italiana. Un progetto che ha coinvolto decine di anziani, allietati dalle melodie dei grandi maestri italiani: è quanto avvenuto alla Villa San Benedetto.

Una iniziativa sicuramente meritevole, e ancora più bella da raccontare se si pensa che è nata da un piccolo reato: la guida in stato di ebbrezza. È in queste condizioni infatti che un appassionato melomane dell’Erbese, baritono, era stato beccato alla guida della sua auto il 5 dicembre di due anni fa, sorpreso dagli agenti della polizia locale in piazza Matteotti con una quantità di alcol nel sangue non compatibile con quanto prescrive il Codice della strada, né in realtà il buonsenso.

Denuncia e decreto penale di condanna: tre mesi, convertiti in una multa di 23mila euro. Lui allora chiede la messa alla prova: la sua competenza e il suo curriculum in materia musicale gli permettono di proporre un corso per insegnare agli anziani di Villa San Benedetto come apprezzare un’opera lirica. Sottopone il suo progetto al giudice e ottiene il via libera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA