Erba, il Comune rimane virtuoso  Giù le tasse e i costi per i cittadini
Cartelle e bollettini da pagare davanti all’ingresso dell’ufficio tributi

Erba, il Comune rimane virtuoso

Giù le tasse e i costi per i cittadini

Andamento positivo per i contribuenti: pagano 30 euro in meno rispetto a tre anni fa. Stessa riduzione per quanto riguarda il peso della macchina municipale sui singoli residenti

Pochi giorni fa è stata la volta di Imu e Tasi, prima delle ferie arriverà la seconda rata della Tari. Per i contribuenti le tasse saranno sempre troppe, ma tra una scadenza e l’altra emerge un dato positivo: in tre anni a Erba il prelievo pro capite per le imposte comunali è calato di trenta euro, un trend destinato a migliorare nel prossimo futuro. Dati positivi anche sul fronte della spesa pro capite: mantenere la macchina comunale costa sempre meno.

I numeri emergono dal documento unico di programmazione presentato in giunta dall’assessore alle Finanze Gianpaolo Corti. I dati - elaborati dall’ufficio finanziario - sono stati aggiornati al 31 dicembre 2017.

lo scorso anno il prelievo tributario pro capite (ovvero l’importo pagato in media da ciascun cittadino per imposte di natura locale quali Imu, Tasi, Tari, ecc) è stato pari a 717,20 euro; tre anni fa - a far data 31 dicembre 2014 - era di 746,80 euro. Insomma, rispetto a tre anni fa ogni singolo erbese spende trenta euro in meno di imposte locali.

L’altra faccia della medaglia, sempre positiva, è rappresentata dalla spesa pro capite, ovvero quanto costa ad ogni erbese il funzionamento della macchina comunale. Nel 2017 la spesa è stata di 885,09 euro, nel 2014 fu di 918,45 euro: anche in questo caso un calo superiore ai 30 euro. La riduzione della spesa tra il 2016 e il 2017 è dovuta principalmente ad economie nel campo degli stipendi (ci sono stati dei pensionamenti) e a tagli nell’acquisto di beni e servizi.

«Sono dati sicuramente positivi - commenta il sindaco Veronica Airoldi - e contiamo di migliorare ulteriormente».All’attuale amministrazione (e in particolare all’assessore Corti) va il merito per la gestione finanziaria della seconda parte del 2017. La riduzione di tasse e spese, però, è iniziata molto prima sotto il governo di Marcella Tili: all’epoca - lo è stato fino alla metà del 2017 - l’assessore alle Finanze era Franco Brusadelli, oggi consigliere comunale di maggioranza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA