Il mare di Erba resta il Lambrone  Trentamila presenze in piscina
La piscina all’aperto del centro sportivo del Lambrone (Foto by Bartesaghi)

Il mare di Erba resta il Lambrone

Trentamila presenze in piscina

Soddisfatti clienti e gestori per l’andamento della stagione: «Divertimento e relax». Ultimi giorni di apertura per l’impianto che chiuderà dal 3 all’8 settembre per manutenzione

Il mare ad Erba è la piscina del Lambrone. Ieri per molti ultimo fine settimana di ferie e in attesa di rientrare al lavoro non sono mancate le presenze alla piscina: per abbronzarsi, rilassarsi o fare giocare i bambini; con una giornata abbastanza vivibile anche per la temperatura.

Intanto l’estate degli impianti va a concludersi, la struttura chiuderà dal 3 al 8 settembre per i lavori di manutenzione, il conto delle presenze è ancora approssimativo ma si parla di 30-35mila ingressi.

Soddisfatti i fruitori dello spazio di queste ultime giornate di sole: «Il mio mare è qui al Lambrone – esordisce Francesco Montalbano di Como -. In ferie siamo andati a luglio, ora ad agosto siamo qui, è un posto molto adatto per le famiglie: io ho un bimbo di 15 mesi. C’è una piscina grande, un bel prato e anche il costo non è eccessivo: abbiamo speso 45 euro per tutta la giornata in quattro».

Il Lambrone ad agosto prima o dopo le vacanze al mare anche per conservare o preparare l’abbronzatura, come per Simona Lamparelli di Castelmarte: «Sono venuta a godermi questa bella giornata di sole in piscina – spiega -. Io vado in ferie a settembre, può essere anche un modo per preparare l’abbronzatura».

Soddisfatto il gestore degli impianti del Lambrone: «Non ci possiamo lamentare della stagione, è in linea con la scorsa, non è da record ma neppure pessima: una buona estate – spiega Angelo Gnerre -. L’anno scorso ha fatto caldo molto più a lungo, quest’anno più alti e bassi. Ormai comunque è decisamente il meteo a decidere le presenze, io ho iniziato a fare questo lavoro negli anni Novanta a Barzanò e ricordo per esempio un 2003 eccezionale e un 2014 pessimo. È tutto legato al meteo, non si possono fare altri ragionamenti, si va da 20% di presenze in più ad un 70% in meno, Per noi è importantissima la clientela consolidata dell’interno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA