Incidenti e malori sui monti  Dieci interventi in un giorno
I soccorritori intervengono per recuperare il ciclista ferito

Incidenti e malori sui monti

Dieci interventi in un giorno

Interventi Sospesa la gara di mountain bike per soccorrere due concorrenti Volo di sei metri e trauma cranico per un uomo, gamba rotta per una donna

Una decina tra incidenti e malori ieri, spesso in luoghi difficili da raggiungere anche per i soccorsi.

L’incidente più grave attorno alle 10 quando un ciclista che partecipava alla gara di mountain bike ha sbagliato un passaggio facendo un volo nel vuoto di sei metri: per lui trauma cranico e rottura di femore, tibia e perone. L’uomo, 46 anni, è stato trasportato all’Ospedale Manzoni di Lecco, ma per recuperarlo è intervenuto anche l’elisoccorso da Milano.
Poco prima, alle 9,52 , nella stessa gara, una donna di 45 anni di Vertemate con Minoprio è caduta rompendosi tibia e perone, per lei trasporto all’Ospedale Fatebenefratelli di Erba.

Giornata impegnativa per gli organizzatori della competizione: «Non siamo stati particolarmente fortunati, sono cose che succedono in gare di questo tipo però dispiace sempre molto – spiega Daniele Bianchi dello Sci club Sormano -. Noi ci siamo impegnati per far raggiungere dai soccorritori i due feriti e abbiamo interrotto immediatamente la gara».

Le due cadute in passaggi difficili: «La donna è caduta sotto il Monte Palanzone ed era in corsa per il primo posto di categoria. L’uomo ha invece percorso in bici un tratto che è consigliato fare a piedi, purtroppo ha perso il controllo finendo nel vuoto per circa sei metri. Dispiace molto». Fratture per tutti e due.


© RIPRODUZIONE RISERVATA