«Stavo per passare sul viadotto  Ma una telefonata mi ha salvata»
Il ponte crollato sull’A10 a Genova

«Stavo per passare sul viadotto

Ma una telefonata mi ha salvata»

Una donna di Erba ieri mattina stava viaggiando sull’autostrada ligure: «Fermi per l’acquazzone, abbiamo contattato un amico genovese. “C’è stato un crollo, uscite subito !”»

«Ho rischiato di essere sul ponte al momento del crollo». Incredibile la storia di una donna erbese: ieri poco prima di mezzogiorno stava per imboccare il ponte crollato a Genova ma ha deciso di fermarsi per la pioggia in una piazzola. Poi ha chiamato un amico che l’ha avvisata del crollo appena avvenuto: senza quella sosta si sarebbe trovata sul cavalcavia.

Spiega la donna, che lavora a Lecco: «Siamo partiti in mattinata, volevamo passare il Ferragosto in Liguria: poco prima delle 12 eravamo alle porte di Genova ma ci siamo imbattuti in un nubifragio, per questo motivo abbiamo accostato e chiamato un amico in città che ci ha subito avvisato della tragedia».

Una serie di fortunate coincidenze per l’erbese. Infatti ieri proprio alle 12 circa il Ponte Morandi sulla A10 a Genova è crollato. «Per quanto ci riguarda è avvenuto tutto davvero casualmente, noi dovevamo passare sul ponte ma poi ci siamo fermati nella piazzola dell’autostrada proprio a causa del nubifragio».

E aggiunge: «Inutile dire che siamo rimasti esterrefatti pensando al rischio corso e alla strada che stavamo percorrendo fino a pochi minuti prima. Senza quella sosta saremmo passati proprio di lì. Si vede che qualcuno ha davvero guardato giù...».

© RIPRODUZIONE RISERVATA