Svolta per la movida del mercoledì   Erba chiama i Comuni vicini
Stand all’aperto per uno dei mercoledì sotto le stelle dell’anno scorso

Svolta per la movida del mercoledì

Erba chiama i Comuni vicini

Comune e Confcommercio presentano i 5 eventi a tema: si parte il 20 giugno con i bimbi. «Per il finale del 18 luglio, intitolato “Sapori e tradizioni”, accoglieremo stand da tutto l’Erbese»

I mercoledì sera si allargano a tutto il territorio erbese, con una serata conclusiva dedicata alle tradizioni e ai sapori dei paesi limitrofi. Ecco la grande novità della rassegna estiva 2018, presentata ieri sera ai negozianti dal vicesindaco Erica Rivolta e dal responsabile locale di Confcommercio Michele Riva.

Si parte il 20 giugno, in programma ci sono cinque serate fino a luglio inoltrato. «I nuovi mercoledì estivi - spiega Rivolta, che ha la delega al commercio - nascono da una stretta collaborazione con Riva di Confcommercio. L’obiettivo è portare molte persone a Erba con eventi particolari per incentivare i consumi nei nostri negozi di vicinato: lo faremo con cinque serate a tema per intercettare diverse fasce della popolazione».

Per ogni serata c’è una base di eventi predisposta dal Comune e da Confcommercio: «Chiediamo poi ai singoli commercianti di arricchirla con eventi autonomi fuori dai propri negozi». L’isola pedonale verrà istituita a partire dalle 20.30, ma sarà flessibile a seconda degli eventi organizzati: inutile, insomma, chiudere al traffico una via se non sono previste manifestazioni in quell’area. Quanto alla musica, gruppi e artisti potranno suonare fino alla mezzanotte (in passato lo stop era alle 23.30).

Il primo appuntamento è in programma il 20 giugno ed è intitolato “Erbaland”: «Sarà una serata dedicata ai più piccoli - dice Riva - con animazione mirata, giochi gonfiabili, musica, truccabimbi, supereroi con cui scattare una fotografia».

La grande sorpresa sta nella serata conclusiva del 18 luglio, dedicata a “Sapori e tradizioni dell’Erbese”: per la prima volta i mercoledì sera si aprono ai paesi limitrofi. «Inviteremo le amministrazioni comunali - spiega il vicesindaco - a presenziare con uno stand, un evento, qualcosa che richiami le peculiarità del loro territorio. Sarà la festa di tutto il nostro territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA