“Abborda” il pensionato in strada
E poi gli sfila la catenina dal collo

Carate Urio, il raggiro lungo la Regina Vecchia

“Abborda” il pensionato in strada E poi gli sfila la catenina dal collo
La Regina Vecchia che attraversa l’abitato di Carate Urio

Con una scusa e una certa abilità, gli tocca il collo sfilando la catenina d’oro senza farsi notare, per poi allontanarsi in tutta calma. Raggiro a Carate Urio nella giornata di lunedì, ai danni di un uomo di 70 anni residente in paese.

È accaduto nella mattinata lungo la provinciale Regina Vecchia – la strada principale, quindi – quando il pensionato si stava concedendo due passi, come è solito fare. Finché una donna, di origini straniere e con accento spagnolo, gli si è avvicinata, attaccando bottone con una scusa.

«Io curo le rughe, faccio delle punturine per farle andare via» avrebbe aggiunto e, con questa scusa, si sarebbe avvicinata al collo del caratese proponendosi di risolvergli questo problema. La catenina che indossava non era nemmeno piccola, ma la donna è comunque riuscita a slacciargliela senza che lui potesse accorgersene.

Il dubbio è venuto dopo che si era allontanata: l’uomo si è toccato il collo, realizzando quanto era appena accaduto. Un raggiro in piena regola che, va ribadito, è frutto di una grande abilità di confondere chi si ha davanti: una bella donna, alta e magra con i capelli corti, di carnagione mulatta e intorno ai 40 anni, almeno questa è l’età che avrebbe riferito di avere al pensionato che, naturalmente, è rimasto scosso per quanto successo. (Daniela Colombo)

I particolari sull’edizione di mercoledì 9 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}