Altri due autovelox sulla statale Regina  Moltrasio passa dalle parole ai fatti
La colonnina arancione dell’autovelox spuntata sulla Regina a Moltrasio, tra la farmacia e il semaforo

Altri due autovelox sulla statale Regina

Moltrasio passa dalle parole ai fatti

Posizionate le colonnine arancioni, multe a breve. Il sindaco: «Si vedono cose assurde»

Altre due colonnine arancioni lungo la statale Regina.

Questa volta a Moltrasio, per contrastare l’alta velocità con cui automobilisti e motociclisti percorrono quotidianamente l’arteria principale del lago. Ciò che era stato annunciato qualche settimana fa, è diventato ora realtà: nella mattinata di ieri, nel Comune di Moltrasio, sono apparse le tanto temute colonnine che presto inizieranno a sanzionare. La prima, per chi viaggia in direzione Como lungo la Statale, si trova tra il semaforo di Moltrasio e la farmacia, sulla destra. In quel tratto, il limite di velocità è impostato sui 50 km/h. La seconda è poco più avanti, questa volta sulla sinistra tra le gallerie, più precisamente vicino all’entrata del tunnel più lungo che conduce a Cernobbio.

In questo caso il limite è fissato a 70 km/h, ma la sensazione è che saranno in parecchi ad incorrere nella contravvenzione, a meno che la tendenza non cambi. Proprio in quel tratto infatti, nella prima settimana di ottobre, il Comune di Moltrasio aveva attivato un sistema di rilevamento nascosto e non sanzionatorio, con lo scopo di misurare le velocità con cui gli automobilisti affrontano quotidianamente la Statale e i dati avevano confermato le cattive abitudini: i numeri parlavano di oltre 77 mila veicoli transitati in una sola settimana e di questi il 65,8% aveva rispettato il limite, ma in 474 si erano spinti oltre i 110 km/h, con picchi di 160.


© RIPRODUZIONE RISERVATA