Asfalti, gallerie e cavalcavia  Tre milioni per le strade
La Statale dei Giovi a Grandate

Asfalti, gallerie e cavalcavia

Tre milioni per le strade

L’Amministrazione provinciale ha varato un bando per i lavori

Da aprile all’agosto del 2020, si metterà mano alle arterie più importanti

A distanza di anni, l’Amministrazione provinciale è tornata a fare investimenti sulla sua viabilità. Una spesa complessiva, quella resa nota attraverso un bando apparso nei giorni scorsi, di circa tre milioni di euro. Soldi finalizzati proprio alla manutenzione straordinaria delle strade provinciali.

I primi interventi riguardano la bassa comasca e in particolare l’ex Statale 233 Varesina nei comuni di Locate Varesino e di Mozzate. Poi ci si sposterà sull’ex Statale dei Giovi nel comune di Grandate: saranno lavori di asfaltatura. Nel mese di maggio, invece, l’intervento riguarderà la Vallassina, nei comuni di Arosio, Inverigo, Lurago d’Erba, Monguzzo e Merone. Si proseguirà anche a giugno nel comune di Merone, Albese con Cassano ed Eupilio. Più intensi i lavori programmati per luglio lungo la strada provinciale 32 di Novedrate: oltre all’asfaltatura si procederà anche alla totale rigenerazione del sottofondo stradale nei comuni di Arosio e di Lomazzo.

In agosto ci si sposterà a Mariano Comense, per la sistemazione di un cavalcavia, mentre la fine dell’estate sarà dedicata alla Statale 583 Lariana con particolare riferimento alle gallerie Blevio e Torno che saranno rimesse a nuovo con un’operazione di pulizia e poi di verniciatura.

A ottobre, invece, lavori legati alla sistemazione dell’acquedotto e del cosiddetto bordo ponte riguarderanno i comuni di Lezzeno e Nesso.

Il piano straordinario prevede lavori anche a partire dal febbraio del 2020: dalla costruzione di un marciapiede a Lezzeno fino al disgaggio di alcune pareti rocciose a Valbrona che necessitano di interventi piuttosto radicali. E, ancora, si lavorerà a Bellagio per la riparazione delle barriere paramassi,. Fino ad arrivare al prossimo agosto quando saranno sostituite le luci all’interno delle gallerie di Torno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA