Dall’Olanda con la cocaina  Arrestato corriere di Dongo
La conferenza stampa della Polizia di Sondrio di due anni fa dopo il sequestro di cocaina

Dall’Olanda con la cocaina

Arrestato corriere di Dongo

Tre nuove ordinanze dopo il blitz del 2017 della Polizia di Sondrio - In cella anche un uomo di Colico e uno di Tirano: importati 15 chili di droga

Nel luglio di due anni fa il blitz della Questura quasi al confine con la Svizzera, dove - nel comune di Campodolcino - una Bmw X6 con targa tedesca, fu fermata dagli agenti. A bordo, perfettamente nascosta in un’intercapedine ricavata nel bagagliaio, c’era la droga. Quasi 5 chili e mezzo di cocaina pura e ancora da tagliare. Roba da oltre mezzo milione di euro.

In quell’operazione finirono in cella un uomo di Morbegno ma residente a Colico, e un uomo di Chiavenna ma residente a Bellano. Pesante l’accusa: traffico internazionale di sostanze stupefacenti. L’inchiesta non si fermò certo con l’arresto dei due corrieri, ma per tutti questi mesi ha cercato di fare luce sull’organizzazione che importava cocaina dall’Olanda per poi rivenderla sulle “piazze” di Sondrio, Lecco, Como e Torino (ma sono state altresì accertate cessioni a Porto S. Elpidio e a Palagonia).

Davvero complessa ed articolata l’attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Sondrio, che a ritroso ha ricostruito i tre viaggi fatti dai due arrestati per rifornirsi di “polvere bianca”. In tutto si parla di 15 chili.

Ieri, la Questura ha aggiunto un nuovo capitolo a questa inchiesta: in carcere a Sondrio - su ordinanza di custodia cautelare - è finito Emilio Matteri, residente a Dongo. Ai domiciliari, invece, altri due uomini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA