Frana di Argegno  Vertice dal prefetto:  lavori da maggio
La solita mattinata difficile a Sala Comacina: è accaduto anche giovedì, complice la pioggia

Frana di Argegno

Vertice dal prefetto:

lavori da maggio

Oggi, venerdì, l’incontro con sindaco e Anas per fissare il programma del cantiere atteso da 7 mesi. C’è l’idea di aspettare i ponti del 25 Aprile e 1° maggio

Non c’è mai una giornata del tutto tranquilla lungo la statale Regina. E così mentre la pioggia ha contribuito ad accentuare caos e disagi, la frana di Argegno, che da sette mesi paralizza una corsia e buona parte della viabilità della litoranea occidentale del Lario, è tornata sotto i riflettori.

La lettera del sindaco Roberto De Angeli anticipata lunedì sera e formalizzata martedì al prefetto Bruno Corda ha sortito il primo importante effetto sperato. Già perché il prefetto ha convocato Anas e primo cittadino a Palazzo di Governo. L’appuntamento è per oggi a metà mattina.

Bocche cucite sino al termine dell’incontro si fa strada l’ipotesi che il cantiere della ditta “Adrenalina” - lunedì ad Argegno presente con l’amminisvtratore delegato Massimo Toriello - possa essere pienamente operativa a partire da mercoledì 2 o giovedì 3 maggio, insomma dopo le festività del 25 aprile e del 1° maggio. I lavori - salvo imprevisti - potrebbero poi chiudersi in 40-45 giorni. Questo per evitare di interferire con il traffico dei vacanzieri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA