Gera, l’assalto dei surfisti come in estate  «La polizia provinciale faccia i controlli»
Un surfista impegnato con la tavola a vela in condizioni particolarmente impegnative (Foto by archivio Selva)

Gera, l’assalto dei surfisti come in estate

«La polizia provinciale faccia i controlli»

E a Bellagio scattano le multe ai ciclisti in contromano mentre Tremezzina, Sala e Colonno istituiscono sei punti di controllo sulla Greenway

Arrivano al molo e si comportano come se fosse estate, anzi come se l’emergenza coronavisur fosse già archiviata e dimenticata. I surfisti e gli appassionati dei kite-surf sono tornati in quantità e secondo le lamentele di residenti e amministratori non rispetterebbero troppo i protocolli anti contagio da rispettare. Il sindaco di Gera Lario invoca i controlli della polizia provinciale. Ma quello dell’altro lago è solo uno dei problemi che si potrebbero verificare nel fine settimana del 9 e 10 maggio 2020. I Comuni di Tremezzina, Colonno e Sala Comacina, memori di quanto avvenuto a inizio marzo, hanno istituito ben 6 punti di controllo su altrettanti accessi alla Greenway. Gli addetti verificheranno il rispetto delle distanze di sicurezza e la presenza di mascherine sul volto per evitare ogni possibile forma di contagio. Nessun divieto specifico, ma la certezza che le regole saranno fatte rispettare alla lettera per non vanificare i due mesi di chiusura nelle case. La zona di Tremezzina, poi, ha pagato un prezzo altissimo all’emergenza coronavirus. Anche a Bellagio hanno iniziato a tenere alta la guardia. Se ne sono accorti i dieci ciclisti multati per pedalare contromano sul lungolago del borgo. Per loro una multa di 29 euro, per gli altri abituati a utilizzare la piazza a lago di Bellagio come scorciatoia, un vero e proprio avvertimento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA