Gli Obama dai Clooney  «Consacrazione del Lario»
George Clooney con la moglie Amal

Gli Obama dai Clooney

«Consacrazione del Lario»

Ospiti clamorosi Atteso per venerdì l’arrivo dell’ex presidente Usa e moglie

Il “re del cachemire” Cucinelli: «Segnale importante e omaggio alla bellezza»

La notizia che Barack e Michelle Obama saranno ospiti dei Clooney ha fatto scalpore anche sulle passerelle milanesi, dove da ieri è protagonista la moda maschile per la primavera- estate 2020.

Brunello Cucinelli, nella metropoli lombarda per presentare la nuova collezione, commenta: «L’arrivo di personaggi del calibro di Obama è un segnale molto importante per il territorio, un omaggio al suo valore e alla sua bellezza». Il re del cachemire, come ormai è conosciuto nel mondo, è un grande estimatore del primo presidente di colore degli Stati Uniti.

«Mi ha sempre colpito non solo per la sua visione del mondo, ma anche per il suo modo di comunicare. Con quell’educazione, quella gentilezza, quel garbo che la nostra cultura sembra aver smarrito e che mi piacerebbe ritrovasse anche nel quotidiano».

Cucinelli confessa di conservare stralci dei discorsi di Obama accanto ai libri dell’imperatore Marco Aurelio. Non solo. «Nella mia collezione di busti di filosofi romani e greci- rivela- c’è anche quello di Barack in marmo bianco di Carrara. Me lo feci fare proprio perché considero anche lui un mito». Lo stilista aggiunge un’altra riflessione. «Credo non sia un caso che abbia scelto proprio il lago di Como per le sue vacanze: è un luogo che predispone al pensiero, che ti fa sentire in armonia con te stesso».

Indubbiamente l’ex inquilino della Casa Bianca vorrà prendersi una pausa di vacanza a villa Oleandra, dove si è insediato lo staff degli addetti alla sicurezza. Già nei giorni scorsi, era stato notato un certo via vai di agenti in borghese. Del resto, la visita degli Obama è in tutto e per tutto paragonabile a quella di un capo di Stato. Oltre a lui e a Michelle ci sono poi da proteggere dall’assalto di cronisti, fotografi e curiosi anche le due figlie, Sasha e Malia.

Facile immaginare che l’accoglienza della very important family sia stata curata in ogni dettaglio dal personale della villa, prima del super controllo di George e Amal.

I due avranno giusto il tempo di disfare i bagagli prima di ricevere gli Obama, in arrivo venerdì prossimo con un volo privato in uno dei due aeroporti milanesi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA