Griante, torna l’allarme furti  Colpi in due abitazioni del centro
Una pattuglia dei carabinieri a Grinante (Foto by archivio)

Griante, torna l’allarme furti

Colpi in due abitazioni del centro

Altri casi dopo il blitz messo a segno il 21marzo scorso durante un funerale. Il sindaco: «Controlli intensificati, segnalate i sospetti». E si spera in nuove telecamere

Lo scorso 20 luglio i carabinieri di Tremezzina impegnati nel controllo del paese durante una cerimonia funebre, la prima dopo quel 21 marzo, giorno in cui ladri senza scrupoli si erano introdotti nell’abitazione di un ottantaquattrenne molto conosciuto, mentre moglie e familiari erano in chiesa per porgere all’uomo l’ultimo saluto. Un furto ignobile.

Venerdì i ladri sono tornati a colpire in via Stretta, in centro paese, nelle vicinanze del vecchio panificio e non distante dal cimitero (la strada conduce poi in piazza degli Alpini).Si sono introdotti in due appartamenti al pianterreno ed al primo piano, dove abitano rispettivamente un’anziana signora e la nipote. Un colpo fulmineo.

Nessuno si sarebbe accorto di nulla. In pochi minuti, i malviventi hanno razziato monili d’oro e contanti (il bottino ieri era ancora in via di quantificazione). Un film già visto purtroppo non solo a Griante, ma anche in un po’ tutto il Centro lago. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Tremezzina, cui ora sono affidate le indagini.

La notizia si è subito diffusa in paese, anche se dopo i colpi dei mesi scorsi la gente ha poca voglia di parlare. Di sicuro, l’attenzione resta alta. Il vicesindaco Pietro Ortelli fa da cassa di risonanza alle preoccupazioni dei cittadini.

Il suo vuole essere però un messaggio rassicurante: «C’è grande fiducia nel lavoro dei carabinieri, con cui i contatti sono costanti. I controlli in questi mesi si sono intensificati e proseguiranno anche in questi giorni e in quelli a venire. Anzi, per quanto possibile, saranno intensificati. L’invito o meglio l’appello è quello di segnalare tempestivamente eventuali presenze sospette».

Il Comune di Griante nel frattempo si sta attrezzando. Con il Consorzio di polizia locale Val Menaggio, Griante ha partecipato al bando della Regione Lombardia relativo alla videosorveglianza. A giorni l’esito finale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA