Incidenti agli escursionisti  Mobilitato il soccorso alpino
Soccorritori in azione (Foto by archivio)

Incidenti agli escursionisti

Mobilitato il soccorso alpino

Sabato impegnativo anche per l’elisoccorso con diverse persone cadute sui sentieri lariani

Sabato di emergenza per le squadre di soccorso chiamate ad intervenire per una serie di incidenti in quota. Questo pomeriggio, nonostante il maltempo, i sentieri di montagna sono stati percorsi comunque da tanti turisti , villeggianti e cercatori di funghi.

Momenti di paura nel primo pomeriggio per una donna di 57 anni, precipitata per diversi metri dal sentiero che porta al rifugio Menaggio nel territorio di Plesio, a quota 1400 metri. A prestare i primi soccorsi il marito che l’ha portata fino al rifugio, dove poi è scattato l’allarme al 112 che ha inviato sul posto l’elicottero, che però ha dovuto far rientro alla base a causa del forte temporale e delle nubi basse che impedivano la visibilità su tutta l’area.

Sul posto una squadra di terra del Soccorso Alpino Lario Occidentale Ceresio, che ha eseguito il recupero in condizioni ambientali difficili. La donna è stata accompagna in codice giallo in ospedale, con politraumi.

Poco dopo, sempre sotto una pioggia battente, le squadre di volontari del Soccorso Alpino di Dongo e Menaggio sono intervenute per un altro incidente in zona impervia, in Valle Albano nel territorio comunale di Garzeno. L’escursionista nella caduta si sarebbe fratturato una spalla.

Intervento dell’eliambulanza e della Croce Rossa di San Fedele invece in Valle d’Intelvi dove un anziano si sarebbe procurato un trauma facciale dopo una caduta accidentale mentre si trovava nell’agglomerato urbano del nucleo rurale di Orimento. L’uomo è stato trasferito in ospedale con l’elicottero che era riuscito ad atterrare al centro sportivo di San Fedele.

© RIPRODUZIONE RISERVATA