Lezzeno, addio a Giuliana Vaccani  Era la regina del San Primo
Giuliana Vaccani era l’anima della Capanna Martina sul San Primo

Lezzeno, addio a Giuliana Vaccani

Era la regina del San Primo

Vinta a 93 anni da un’ischemia dopo essere stata trovata due volte positiva al virus. Era una colonna della Capanna Martina

Ha sconfitto due volte il Covid che l’ha colpita sia nella prima che nella seconda ondata, ma non è riuscita a superare una ischemia. Dolore per la scomparsa di Giuliana Vaccani, 93 anni, della Capanna Martina - tra i locali più frequentati dagli escursionisti - e regina del monte San Primo. La sua è stata una vita a dir poco intensa, iniziata come contadina e poi trasformata prima come allevatrice di polli, poi con l’alpeggio diventato nel tempo un ristorante di richiamo e apprezzato da molti. «Alla mamma noi quattro fratelli dobbiamo tutto, ci ha costruito letteralmente una casa, ha lavorato ininterrottamente fino ad ottant’anni – spiega il figlio Carlo Alberto Ticozzi - Purtroppo è stata colpita da un’ischemia dopo avere superato due volte il Covid». La donna era ospite alla Casa di riposo Greco De Vecchi: «Sì era purtroppo fatta male al femore e aveva avuto problemi cardiaci, per questo motivo avevamo deciso di portarla in casa di riposo – spiega ancora il figlio - In realtà avrei voluto riportarla a casa a giorni, da mesi non potevamo vederla». Una vita sul San Primo e alla Capanna Martina: «È sempre stata brava a cucinare e ha trasformato questa sua capacità nel lavoro. Ha cucinato fino a a ottant’anni e da sola riusciva a preparare il pranzo a 250 persone. Non staccava mai se non a mezzanotte. E ha saputo tenere i quattro figli, impresa non facile».

(Giovanni Cristiani)


© RIPRODUZIONE RISERVATA