Nostalgici e Anpi in piazza a Dongo  Tensione, intervengono i poliziotti
Un momento di tensione durante la commemorazione (Foto Selva)

Nostalgici e Anpi in piazza a Dongo

Tensione, intervengono i poliziotti

Il cordone delle forze dell’ordine ha impedito che si andasse oltre gli insulti

Momenti di tensione, questa mattina, in occasione della presenza concomitante di nostalgici della Rsi (Repubblica sociale italiana) e cittadini schierati con l’Anpi (Associazione nazione partigiani d’Italia) di Dongo. La questura ha disposto un massiccio servizio d’ordine e gli agenti in assetto antisommossa, alla fine, si sono rivelati provvidenziali. I nostalgici, si sono radunati sul lungolago dopo le 9.30, posando una corona d’alloro e rose rosse per i gerarchi fascisti fucilati il 28 aprile del 1945 contro la ringhiera ancora esistente; sull’altro lato della strada, in piazza Paracchini, un centinaio di cittadini, non solo donghesi, era sul posto fin dalle 9 per la “mattinata di presenza democratica” promossa dall’Anpi. Tensione, per fortuna limitata agli insulti grazie alla presenza di agenti con casco e scudo che hanno impedito ogni contatto. Tensione che si è progressivamente allentata, fino allo scioglimento dei ranghi da una parte e dall’altra.

I particolari e le fotografie su La Provincia di lunedì 1 maggio


© RIPRODUZIONE RISERVATA