Sarah, morta all’improvviso a 34 anni  «L’inglese che aveva scelto il lago»
Sarah Corbett, la ragazza morta nella notte tra venerdì e sabato

Sarah, morta all’improvviso a 34 anni

«L’inglese che aveva scelto il lago»

Argegno: lutto per la scomparsa della manager di una società immobiliare

di Londra. Si era trasferita qui, dove aveva trovato amore e lavoro

Sarah Corbett aveva 34 anni e un sorriso radioso come il panorama che si ammira dalla sua bella casa sopra Argegno. Un malore improvviso - si parla di un’embolia polmonare - l’ha strappata agli affetti più cari nella notte tra giovedì e venerdì (inutili i soccorsi, con tanto di trasferimento in elisoccorso a Varese). La piangono papà Paul, mamma Rosemarie, il fratello Rich e l’uomo con cui aveva deciso di costruire una famiglia, Luciano.

Il legame con Argegno è testimoniato dal fatto che l’ultimo saluto si terrà mercoledì alle 15 nella chiesa parrocchiale del paese, nel pieno rispetto delle normative imposte dall’emergenza Covid-19. Sarah, cittadina britannica, aveva saputo farsi largo con competenza nel mercato immobiliare del lago di Como. I suoi rapporti con buyer internazionali avevano portato ad Argegno e sul lago (ma non solo) tante persone provenienti da tutto il mondo. Era il volto italiano di “Ultissimo”, fiorente società con sede a Londra. «Trascorreva gran parte del suo tempo qui da noi e così ha deciso di diventare argegnina a tutti gli effetti, vivendo inizialmente in una delle sue proprietà che aveva sapientemente ristrutturato - fa notare il sindaco Anna Dotti-. Amava il suo lavoro e negli anni le era stata affidata la supervisione di importanti progetti di ristrutturazione legati a ville storiche di pregio presenti sul territorio. Voglio ricordare Sarah come un raggio di sole che ha illuminato molte persone».

L’articolo completo su La Provincia di domenica 18 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA