Taglio del nastro al pontile di Colonno
«Giornata storica»

Inaugurazione alla presenza delle istituzioni. Il sindaco Gandola: «Un momento atteso da trent’anni». L’approdo del battello darà spinta al turismo

Taglio del nastro al pontile di Colonno «Giornata storica»
Taglio del nastro al pontile di Colonno
(Foto di selva)

Al netto del mero computo statistico (27, 33 o addirittura 35 anni dall’ultima corsa), le ultime due sono state domeniche importanti per il paese che - a buon diritto - rappresenta la porta d’ingresso della Greenway.

E così dopo il primo storico attracco del “Concordia” alle 10.23 di domenica scorsa (quattro le corse giornaliere), ieri è arrivato il momento del taglio del nastro per una delle opere di gran lunga più attese a Colonno e sul territorio ovvero la riqualificazione (ultimata) del pontile della Navigazione, grazie a 300 mila euro stanziati dall’Autorità di Bacino con il presidente Luigi Lusardi a seguito di un finanziamento ad hoc di Regione Lombardia.

«Ce l’abbiamo fatta. E il taglio del nastro odierno ripaga degli sforzi e dell’attesa che hanno accompagnato quest’opera che tutti noi aspettavamo da più di trent’anni» ha esclamato il sindaco Davide Gandola, davanti al presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi (presente anche il consigliere Angelo Orsenigo), al “numero uno” di Villa Saporiti Fiorenzo Bongiasca, al presidente della Comunità montana (e sindaco di Schignano) Ferruccio Rigola, ai sindaci di Tremezzina (Mauro Guerra), Cerano d’Intelvi (Oscar Gandola), Sala Comacina (Roberto Greppi) ed al vicesindaco di Argegno (Gianluigi Spinelli).

Da rimarcare anche la presenza della NaviComo con il direttore Nicola Oteri ed il direttore amministrativo Roberto Turchetti.

Prima della benedizione da parte di don Mario Zappella e del taglio del nastro (accanto al sindaco il vicesindaco Pierangelo “Pier” Bianchi e l’assessore Barbara Gerletti) parola al presidente dell’Amministrazione provinciale. «Fatti e non parole. Oggi è il momento delle parole e del taglio del nastro dopo i fatti - cioè i lavori al pontile - e delle decisioni che hanno permesso di raggiungere questo obiettivo, a portata di residenti e turisti - ha affermato Fiorenzo Bongiasca -. Un grazie, insieme a Regione, Autorità di Bacino e Comune va anche alla NaviComo». (Marco Palumbo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA