Tira dritto all’alt dei carabinieri. Via 82 punti a ragazzo di Porlezza

Grandola ed Uniti Attraverso i numeri di targa è stato rintracciato nella sua abitazione grazie alle telecamere

Tira dritto all’alt dei carabinieri. Via 82 punti a ragazzo di Porlezza
Una pattuglia di carabinieri al posto di controllo
(Foto di archivio)

Il ragazzo, da quanto è stato possibile appurare, era addirittura un neopatentato (condizione che rimane per chi ha ottenuto il titolo di guida entro tre anni). Eppure al suo attivo, a conti fatti, ha già un risultato che non è da tutti, ovvero ben 82 punti della patente volatilizzati nel giro di pochi minuti e per un solo sciagurato tentativo di scappare da un controllo delle forze dell’ordine mentre era alla guida della sua Alfa. È quanto successo lo scorso fine settimana – anche se la notizia si è saputa solo in queste ore – a un ragazzo di 21 anni residente a Porlezza che stava percorrendo la strada statale Regina nel tratto che passa dal territorio di Grandola ed Uniti scendendo verso Menaggio.

Il giovane, quando erano le 20 di domenica, è stato invitato a fermarsi da una pattuglia della stazione dei carabinieri di Menaggio che aveva posizionato un posto di controllo lungo la strada. Un normale “alt” per l’altrettanto classico controllo di patente e libretto. Ma la reazione dell’automobilista, al posto di accostare, è stata quella di accelerare e scappare a tutta velocità per le vie del centro di Grandola e oltre, allontanandosi dalla “gazzella” dell’Arma che dopo un iniziale inseguimento, per motivi di sicurezza, ha preferito rallentare.

Tuttavia, partendo da una porzione del numero di targa che era stata appuntata dai militari, i carabinieri della stazione di Menaggio sono riusciti a risalire al sospettato che è stato infine identificato. Determinante, per il buon esito della ricostruzione dell’accaduto, sono state anche le immagini delle telecamere dei circuiti di videosorveglianza presenti nella zona, che hanno ripreso la vettura mentre era in fuga. Nel giro di poche ore i carabinieri sono riusciti a risalire al ragazzo arrivando a suonargli al campanello di casa. Il giovane è stato così identificato e sanzionato, la patente di guida è stata ritirata e verrà ora trasmessa in Prefettura per la sospensione.

Ma quello che desta maggiormente impressione sono i punti della patente che sono stati tolti al ragazzo di Porlezza, ben 82, il frutto della somma di tutte le infrazioni commesse (semaforo rosso, contromano, velocità, mancato uso delle frecce, infrazioni in curva eccetera) raddoppiate per due proprio in seguito alla condizione di neopatentato. Considerato che sono venti i punti che gli automobilisti hanno a disposizione in totale (che possono salire fino ad massimo di 30 per chi negli anni si è sempre dimostrato inappuntabile) il calcolo è presto fatto: il ventunenne con la sua bravata, in poco tempo, ha mandato in fumo i punti di più di quattro patenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA