Tremezzina, ora spunta l’idea  di costruire una piscina
Da sx: Bruno Bordoli, Chicco Bianchi, Claudia Lingeri e Mauro Guerra

Tremezzina, ora spunta l’idea

di costruire una piscina

Confronto tra i candidati all’auditorium di Ossuccio. Lingeri, Bordoli e Guerra si confrontano sul tema

Un’oretta di confronto all’insegna del massimo fair play, all’interno dell’auditorium del polo scolastico di Ossuccio, ma con un’idea ben precisa del “fare sport” e con uno squillo di tromba, giunto a metà del confronto tra i tre candidati alla poltrona di sindaco, moderato da Chicco Bianchi.

La realizzazione di una piscina comunale a Tremezzina è diventata l’unico argomento forte di un pomeriggio dedicato a ciò che sarà dello sport a Tremezzina. E’ stata Claudia Lingeri, candidata sindaco della lista PrimaVera Tremezzina a innescare il dibattito, spiegando che la volontà è quella di «realizzare un impianto natatorio accessibile a tutte le fasce d’età», con un occhio attento anche alle fragilità. «Siamo pronti, da subito, a dar corso ad uno studio per individuare l’ubicazione migliore dell’impianto».

Vi sarebbe già anche una bozza di massima, con un impianto moderno e aperto anche alle esigenze di un territorio che punta forte anche sulla stagione turistica lunga “10 mesi”. Assist raccolto da Mauro Guerra, candidato della lista “Nuova Tremezzina”, che ha ricordato come «a Tremezzo era stato portato avanti uno studio di fattibilità, che aveva trovato poi l’opposizione dei residenti».

«Di sicuro - ha aggiunto Mauro Guerra - è un tema che merita una riflessione importante».

«Dieci anni da assessore in Comunità montana Lario-Intelvese (che ha in capo la piscina di San Fedele d’Intelvi) mi permettono di parlare con cognizione di causa - ha fatto notare Bruno Bordoli, candidato sindaco di Tremezzina da Vivere -. Dico che i costi di gestione di un impianto di proprietà sono decisamente elevati per realtà come le nostre, ma che al tempo stesso il nuoto ha bisogno di tutta l’attenzione che merita. Lo ha rivelato anche la bella indagine condotta dalla Cooperativa Azalea in collaborazione con Csi e tre realtà sportive del territorio (Asd Lenno, Us Tremezzo e Asd San Siro».

Di sicuro, il dibattito dell’altra sera ha segnato un punto a favore di tutte le associazioni sportive di Tremezzina, presenti al gran completo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA