Auto svizzera sul posto disabili  di fronte alla questura
L’Audi sul posto dei disabili

Auto svizzera
sul posto disabili

di fronte alla questura

Ancora una segnalazione dell’associazione Aila

Sono stati contattati anche i vigili ieri pomeriggio a causa di un’auto con targa ticinese parcheggiata sul posto riservato ai disabili di fronte alla questura. A denunciare l’accaduto Ada Orsatti, presidente dell’Aila, associazione italiana lotta abusi.

«Dopo l’episodio della Ferrari con targa ticinese parcheggiata sullo spazio dei disabili a Bizzarone - commenta la presidente - ieri un altro episodio a Como, sempre con protagonisti veicoli con targa del Ticino. La ragazza che ci ha inviato la segnalazione ha anche contattato vigili che, purtroppo non hanno potuto fermarsi in quanto erano stati chiamati per un intervento dovuto ad un incidente. Sulla vettura non c’era alcun permesso disabili e quindi non aveva titolo per sostare in quello spazio. In questo modo viene danneggiato chi ha effettivamente diritto di utilizzare gli stalli riservati». Orsatti denuncia abusi crescenti riguardo agli stalli riservati disabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA