Guanzate, ufficio scambiato per casa  I ladri si accontentano del televisore
Un ambiente messo a soqquadro

Guanzate, ufficio scambiato per casa

I ladri si accontentano del televisore

Sono entrati forzando una portafinestra in un appartamento di via XXV Aprile. I proprietari erano in vacanza. Non c’era nulla da rubare, lasciate sottosopra tutte le stanze

«Ti sono entrati i ladri in casa, ho chiamato i carabinieri, sono arrivati subito e sono entrati per vedere i danni; i ladro sono passati dalla finestra della camera da letto e hanno messo a soqquadro tutto».

È stato con questo messaggio sul telefonino, inviato da un vicino di casa, che sono iniziate le vacanze di un guanzatese appena partito per un viaggio all’estero.

A verificare quel che era accaduto è stato poi il figlio del residente, che ha trovato la casa – ufficio del genitore, in via XXV Aprile, messa sottosopra e addirittura il divano appoggiato alla porta di entrata da parte dei ladri, per evitare d’essere colti sul fatto.

L’appartamento viene però utilizzato dalla famiglia come ufficio: c’erano quindi soltanto documenti e scartoffie varie; gli intrusi si sono quindi presto resi conto che c’era poco o nulla da rubare, alla fine hanno quindi finito per prendere soltanto il televisore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA