Olgiate, altro furto di fiori al cimitero  Intanto la telecamera non c’è più
L’interno del cimitero di Olgiate: non si può sorvegliare con le telecamere per motivi di privacy

Olgiate, altro furto di fiori al cimitero

Intanto la telecamera non c’è più

Non c’è pace in via Trieste: ennesima scorreria tra le tombe

Furti di fiori al cimitero, è “giallo” sulla telecamera all’ingresso. Dell’occhio elettronico, che dovrebbe monitorare chi entra ed esce dall’accesso principale, c’è soltanto il supporto installato su uno dei pilastri nei pressi del cancello che si affaccia su viale Trieste.

Manca però la telecamera. Non è chiaro se sia stata rimossa per manutenzione, o precauzionalmente per evitare che cadesse insieme all’intonaco del pilastro su cui era montata, già staccatosi in più punti e a rischio di distacco anche in corrispondenza della telecamera stessa.

Il dato inconfutabile è che l’occhio elettronico non c’è, proprio mentre sono ripresi gli odiosi furtarelli di fiori al cimitero.

I guasti

Non è la prima defaillance a carico di quella telecamera, già risultata fuori uso circa un anno fa in occasione del furto di una borsa trafugata da un’auto posteggiata all’ingresso del camposanto. Non risulta una diretta correlazione tra la ripresa dei furti di fiori e la rimozione dell’occhio elettronico, ma fa specie che sia “sparito” anche l’unico sistema di videosorveglianza che avrebbe dovuto minimamente vigilare sulla sicurezza di chi frequenta il cimitero e scoraggiare atti vandalici e furtarelli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA