Ritrovati gli anelli spariti in ospedale  «Dopo l’emergenza verifiche accurate»
Gli anelli spariti e ricomparsi dopo quaranta giorni

Ritrovati gli anelli spariti in ospedale

«Dopo l’emergenza verifiche accurate»

Olgiate Comasco I gioielli sono stati restituiti alla proprietaria,

Carolina Frangi di 92 anni, assieme alla tessera sanitaria

Anelli spariti in ospedale, ritrovati e restituiti. Lieto fine per la vicenda che suo malgrado coinvolse Carolina Frangi– 92 anni, residente in città – lo scorso mese di maggio in occasione di un ricovero d’urgenza all’ospedale Sant’Anna. Durante la degenza –dal 17 al 24 maggio – aveva subito la disavventura di non ritrovare più tre anelli. Due fedi nuziali (la sua e quella del marito defunto ndr) e un anello d’oro con rubino e brillantini.

I familiari ne denunciarono il furto, dopo che le verifiche allora disposte dall’amministrazione della struttura ospedaliera non portarono al ritrovamento.

A distanza di quaranta giorni la svolta.

«Sono stata contattata dalla caposala del pronto soccorso per comunicarmi il rinvenimento dei tre anelli e del tesserino sanitario di mia suocera, che “magicamente” sono stati ritrovati – dichiara la nuora Laura Valli – La caposala del pronto soccorso mi ha riferito che sono stati rinvenuti parecchi oggetti di cui si era persa traccia nel caos di quel periodo, tant’è che aveva una lunga lista di persone da chiamare per procedere alla restituzione».

I gioielli e il tesserino sanitario della pensionata sono tornati nella disponibilità dei loro familiari.

Asst Lariana conferma: «Con un po’ più di calma, considerando che l’emergenza è in parte rientrata, è stato possibile per il personale fare verifiche più approfondite e ritrovare così i preziosi della signora. Considerato anche che nelle ultime settimane il personale ha cominciato a effettuare i primi recuperi di ore e le prime ferie, questo può aver contribuito a un mancato raccordo su dove fossero stati depositati i preziosi». (Manuela Clerici)


© RIPRODUZIONE RISERVATA