Spaccio e resistenza Un arresto a Locate
Locate Varesino - Sequestro di piante di marijuana da parte dei carabinieri di Mozzate

Spaccio e resistenza
Un arresto a Locate

Fermato un uomo di 38 anni e denunciato un suo coetaneo: collaboravano per la coltivazione di piante di marijuana

I carabinieri della Stazione di Mozzate, nella serata di ieri venerdì 11 settembre, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un uomo di 38 anni, italiano, residente a Locate Varesino, responsabile dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, con contestuale deferimento in stato di libertà di un suo coetaneo, sempre di Locate Varesino, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti (coltivazione di piantine di marijuana).

Il tutto è avvenuto in Locate Varesino, quando i militari della Stazione di Mozzate, dopo aver approfondito e appurato una possibile coltivazione di marijuana in un’abitazione di Locate, hanno fatto irruzione nell’abitazione, trovando 9 piantine di marijuana, alcune alte poco meno di un metro, di cui 8 erano ancora interrate nei vasi nel giardino dell’abitazione e una era già recisa e custodita nel garage dell’abitazione.

Le indagini, tuttavia, non si fermavano al primo risultato. Nel corso degli ulteriori accertamenti, infatti, emergeva una collaborazione per la cura delle piante del proprietario da parte di un suo coetaneo, al quale aveva anche ceduto alcune infiorescenze per l’essiccazione.

Gli operanti, dunque, procedevano ad effettuare una perquisizione presso l’abitazione del complice, il quale, nel tentativo di sottrarsi al controllo, opponeva resistenza attiva e procurava lesioni ad uno dei militari. Ciononostante, vinta la resistenza, i carabinieri hanno effettualo la perquisizione rivenendo e sequestrando 19,5 gr di marijuana e 3,5 gr di cocaina, nonché un bilancino elettronico di precisione.

L’uomo è stato tratto in arresto. L’arrestato, concluse le formalità, è stato trattenuto presso le locali camere di sicurezza in attesa di rito direttissimo previsto per oggi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA