«Via Milano è troppo pericolosa»
Partita una raccolta di firme a Olgiate

La petizione è stata lanciata da due giovani e ha già raggiunto quota 200 sottoscrizioni. Richiesti interventi, soprattutto la realizzazione di marciapiedi nei punti più critici della strada

«Via Milano è troppo pericolosa» Partita una raccolta di firme a Olgiate
Daniele Capitanio e Mirko Bruschetta, i due giovani promotori della raccolta firme per via Milano

Alta velocità in via Milano, petizione promossa da due giovani per chiedere un intervento di messa in sicurezza. Raccolte oltre duecento firme, su impulso di Mirko Bruschetta e Daniele Capitanio residenti in quella zona, abitualmente percorsa a velocità non consone a un centro abitato.

I firmatari chiedono l’installazione di manufatti e strumenti tecnologici idonei per contrastare l’eccessiva velocità e per rendere più sicura la via. «È risaputo che via Milano è percorsa ogni giorno da migliaia di veicoli, la maggior parte dei quali irrispettosi delle più elementari regole di condotta – si legge sull’ordinanza - Sorpassi azzardati, velocità inaccettabili, moto che circolano su una ruota; mancato rispetto dei pedoni anche sui tre attraversamenti pedonali esistenti, inadeguati considerata la lunghezza della via; incidenti stradali con perdita di controllo dei veicoli, che in diverse occasioni sono finiti sui marciapiedi e per pura fatalità non si sono trasformati in tragedie».

L’articolo completo su La Provincia in edicola oggi, 5 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}