Via Milano, Olgiate cambia idea  «Più sicuro lasciare il senso unico»
Una delle barriere per indicare il tratto a senso unico

Via Milano, Olgiate cambia idea

«Più sicuro lasciare il senso unico»

Per il mercato del mercoledì si è tornati al divieto che era stato tolto nel lockdown: «Proteggiamo meglio i pedoni»

Non è ancora tempo di dire addio al senso unico in via Milano alta nella mattinata di mercato. L’amministrazione comunale ieri lo ha ripristinato, giudicandolo più sicuro per i pedoni. Dopo tre mesi di doppio senso, il ritorno al senso unico ha colto un po’ di sorpresa automobilisti e ciclisti.

Qualche decina di automobilisti è stata fermata dalla polizia locale e invitata a non proseguire lungo la corsia vietata al transito, altrettanto una serie di ciclisti. Salendo lungo via Milano dalla provinciale verso la statale, il primo sbarramento si incontrava all’altezza di via Segantini, un secondo – di rinforzo – in corrispondenza di via delle Vecchie Scuderie e un terzo all’intersezione con via Roma.

Nonostante i cartelli e il presidio di polizia locale e protezione civile, non sono mancati automobilisti, motociclisti e ciclisti che, soprattutto in uscita da via Antelami e dagli stalli posti in via Milano sul lato mercato, tendevano a indirizzarsi verso il senso di marcia vietato.

Il pronto intervento degli agenti di polizia locale e dei volontari della protezione civile li ha subito stoppati. Comprendendo che le persone debbano riabituarsi al senso unico dopo tre mesi di circolazione a doppio senso, non sono state elevate multe, ma date solo indicazioni verbali. Per esigenze legate allo svolgimento del mercato secondo le norme anti Covid, da maggio alla scorsa settimana era stato revocato il senso unico e regolata la viabilità a doppio senso.

«Il doppio senso doveva servire a rendere più fluida la situazione e ridurre la presenza della polizia locale – spiega il sindaco Simone Moretti – Il problema però è che le persone non camminano sul marciapiedi, ma dietro le auto che uscendo in retromarcia rischiano di investire i pedoni. La polizia locale doveva presidiare l’attraversamento pedonale per l’intera mattinata per prevenire incidenti. Il senso unico è più sicuro perché, dato che è consentito soltanto andare in giù e non salire, si incrocia solo un flusso di traffico».

(Manuela Clerici)


© RIPRODUZIONE RISERVATA