Volantino fascista (vecchio) a Turate  Il Comune fa un esposto in Procura
Il post dell’anno scorso sul sito dell’Anai Milano con la foto della cena alla Casa Militare Umberto I di Turate con i saluti romani

Volantino fascista (vecchio) a Turate

Il Comune fa un esposto in Procura

Il Consiglio comunale condanna all’unanimità il testo dell’Associazione Arditi d’Italia

È stato votato all’unanimità l’altra sera, in consiglio comunale, un atto di condanna riguardo al volantino d’ispirazione fascista - che risale a un anno fa - diffuso in un blog dell’Associazione nazionale arditi d’Italia (Anai) che era ospitata alla Casa Militare Umberto I, in seguito allontanata da parte della fondazione che la gestisce proprio per quel testo.

L’amministrazione ha anche annunciato un esposto alla Procura della Repubblica per apologia di fascismo, documentato con tanto di foto del saluto romano fatto da alcuni partecipanti a un’iniziativa, organizzata dall’associazione d’arma, nel 2017, anche pubblicate sul blog. Poca voglia di parlare da parte dell’Anai: «Noi siamo un’associazione d’arma, non ne vogliamo sapere nulla, chiediamo rispetto», si limitano a far sapere.

«L’amministrazione ha anche messo in atto altre azioni - sottolinea Loris Guzzetti, consigliere delegato alla cultura e capogruppo di maggioranza della lista civica “Tu come Turate” – quali la sospensione dei rapporti istituzionali con i rappresentanti della Casa Militare, con revoca dell’invito alla Celebrazioni pubbliche svoltesi lo scorso 4 novembre».


© RIPRODUZIONE RISERVATA