Coronavirus, ancora morti  Due a Tremezzina e il medico di 73 anni
Soccorritori e militari con la mascherina durante un intervento ieri in viale Cattaneo

Coronavirus, ancora morti

Due a Tremezzina e il medico di 73 anni

Sale a 98 il numero dei positivi in provincia - La mappa dei contagi si fa sempre più complessa - Confermati casi a Olgiate Comasco, Dongo, Mozzate e Cadorago

Si è chiusa ieri la giornata forse più tragica dall’inizio di questa lunga emergenza in provincia di Como. Altre ne seguiranno, quasi certamente, forse anche di più dure, ed è bene non farsi troppe illusioni, almeno nel breve.

Cresce il numero dei contagi, quello dei ricoveri, cresce il numero dei morti comaschi. Sono sette in totale i decessi dall’inizio dell’emergenza, calcolando i tre di ieri: due residenti a Tremezzina (uno è crollato in casa, prima di essere inutilmente trasferito in ospedale), un terzo residente a Como, e si tratta del medico di 73 anni del cui ricovero si era data notizia qualche giorno fa. Martedì l’estrema unzione, ieri il commiato, e il sipario su una vita dedicata ai malati, alla sofferenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA