Covid-19, mappati i recettori del virus  “Cervello” comasco nella maxi ricerca
Como equipaggio ambulanza, soccorritori, preside, coronavirus (Foto by Andrea Butti)

Covid-19, mappati i recettori del virus

“Cervello” comasco nella maxi ricerca

Uno studio sulla rivista “Nature medicine” rivela come e dove il virus si attacca alla cellule. A firmarlo è anche il medico comasco Michela Noseda - «Il più colpito è il naso, poi occhi, polmoni, vasi e cuore»

Como

Dove penetra e colpisce il Covid-19: una comasca su Nature mappa i recettori usati dal virus per danneggiare le nostre cellule.

Lo studio oltre ad avere una importanza conoscitiva può aprire la strada alla costruzione di nuovi farmaci e terapie.

Michela Noseda nel 2000, fresca di laurea in medicina, ha iniziato a girare il mondo. New York, Vancouver, Texas, poi la cattedra da associata all’Imperial College di Londra. La sua è una delle firme in calce ad un articolo promettente pubblicato sulla prestigiosa rivisita scientifica Nature medicine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA