Da don Alberto  messaggio a Salvini  «Ti voglio bene»
Como udienza dal giudice di pace per don Alberto Vigorelli querelato da Matteo Salvini

Da don Alberto

messaggio a Salvini

«Ti voglio bene»

Il sacerdote e lo scontro con il leader leghista. «Io non odio nessuno, se qualcuno lo vede glielo dica». Ma, come detto in tribunale, non si scusa

«Io non odio nessuno. Io critico le idee secondo il Vangelo. Se qualcuno ha occasione di vederlo, glielo dica: don Alberto non ti odia. Ti vuole bene». Così don Alberto Vigorelli torna a parlare dal pulpito della chiesa di Santo Stefano a Mariano. E si rivolge all’ex Ministro degli Interni, ma per replicare a una frase rilanciata sui social da Matteo Salvini che scriveva di essere odiato dallo stesso prete chiamato a rispondere davanti al Giudice di Pace di un passaggio di un’omelia di quattro anni fa, «O siete cristiani o di Salvini», perché denunciato per diffamazione dal leader della Lega.

«Quello che più mi dispiace di tutta questa storia è che Salvini ha fatto una dichiarazione in cui dice: “Questo prete, che mi odia...”. Io non odio nessuno» ha spiegato il sacerdote. «Quando uscite di qui, so che commentate la predica. Ecco, non parlate di me. Parlate delle letture e del commento che abbiamo fatto. Dimenticatevi di me» ha aggiunto il prete che non pensava certo di innescare un simile clamore quando, una domenica di inizio novembre di quattro anni fa, ha detto «O siete cristiani o di Salvini» a commento della lettura del Vangelo secondo Matteo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA