Due casi di varianti indiana e peruviana  Uno dei due pazienti era già vaccinato
Si calcola che il 79,3% dei casi comaschi siano riconducibili alla variante inglese

Due casi di varianti indiana e peruviana

Uno dei due pazienti era già vaccinato

Identificati i primi due casi in provincia - Riguardano una donna che rientrava dal Sud America e un sanitario che era già stato vaccinato e che si è “negativizzato” senza accusare sintomi

La variante indiana “Delta” è sbarcata a Como, così come quella peruviana è sbarcata in provincia (un caso rilevato). Ecco perché vaccinarsi diventa ancora più importante.

L’unica vera grande incognita della pandemia, messa alle corde dall’estate e dalla campagna vaccinale, riguarda la diffusione di nuove varianti più trasmissibili e resistenti al vaccino.

In altri Paesi del mondo la variante indiana e la variante peruviana hanno dimostrato di diffondersi più rapidamente riuscendo almeno in parte a scalfire la copertura vaccinale. E per la prima volta entrambe sono state anche tracciate in provincia di Como. Nessun allarme particolare: i soggetti infetti stanno bene e non hanno contagiato altre persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA