Il nuovo provveditore  «In alcune scuole didattica a distanza»
L’ex ministro Marco Bussetti, oggi al vertice della scuola comasca

Il nuovo provveditore

«In alcune scuole didattica a distanza»

Lezioni a turno e online saranno inevitabili -In città tre situazioni critiche: Volta, Ciceri e Caio Plinio - Il provveditore: con le norme attuali soluzione obbligata

Lezioni a turno e didattica a distanza nelle superiori con pochi spazi. Stante le attuali misure anti contagio ancora in vigore le scuole si preparano a ricominciare l’anno scolastico dovendo affrontare gli stessi ostacoli dell’anno scorso.

Il provveditorato ha raccolto i dati relativi alle capienze dei 17 istituti superiori pubblici e delle altre realtà in relazioni alle capienze. Il nuovo dirigente dell’ufficio scolastico territoriale Marco Bussetti , già ministro all’Istruzione, si limita a dire che sono poche le scuole che non potranno accogliere tutti gli studenti in presenza. Con il Covid in città le scuole superiori che hanno sofferto di più sono il Volta, il Caio Plinio e il Teresa Ciceri perché dispongono di edifici storici con spazi scarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA