Il sacerdote non cambia idea  «Ho predicato il vangelo»  Don Alberto-Salvini, niente pace  Senza scuse il processo va avanti
Al centro don Alberto Vigorelli, alla sua destra l’avvocato Oreste Dominioni (Foto by Foto Butti)

Il sacerdote non cambia idea

«Ho predicato il vangelo»

Don Alberto-Salvini, niente pace

Senza scuse il processo va avanti

Mariano: «O cristiani o con lui». E il leader della Lega querelò il sacerdote per diffamazione. Ieri la prima udienza davanti al giudice di pace

Arriverà al traguardo degli 81 anni in Tribunale a Como. Perché il processo che ieri ha visto don Alberto Vigorelli rispondere di un passaggio della sua omelia, «O siete cristiani o di Salvini», nell’aula della giustizia di viale Innocenzo è stato rinviato al 14 maggio, due settimane prima del suo compleanno. A dettare il rinvio, l’invito del Giudice di pace alle parti perché trovino un accordo alla querelle legale nata dalla denuncia per diffamazione firmata dal leader della Lega, Matteo Salvini contro il sacerdote per la frase da lui pronunciata durante una messa domenicale di quattro anni fa in Santo Stefano a Mariano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA