La lotta ai cinghiali non si ferma  Abbattuti 104 nella Spina Verde
Femmina di cinghiale con alcuni piccoli: oltre a devastare i campi questi animali causano anche incidenti

La lotta ai cinghiali non si ferma

Abbattuti 104 nella Spina Verde

È il totale degli animali uccisi quest’anno.Stasera a Gironico l’incontro sulla situazione in tutto il Parco: ’obiettivo è arrivare a eliminarne 388 in tre anni

Fanno disastri, causano incidenti stradali e incutono sempre più paura perché si avvicinano alle case e non ci mettono molto talvolta ad attaccare l’uomo, soprattutto se sono con i loro piccoli o se sono affamati.

Si parla ancora di cinghiali selvatici che purtroppo infestano l’area attorno al parco della Spina Verde.

Anche se il menù delle feste non contempla il cinghiale cucinato al forno o in umido o alla cacciatora, il Parco della Spina Verde non demorde e rilancia su un’azione di informazione e sensibilizzazione sull’argomento sempre più di attualità. Così, stasera alle 21 nella sala polifunzionale di Gironico, in via Roma 310, si parlerà ancora degli ungulati e lo si farà toccando varie tematiche, tra cui quella sanitaria.

Titolo della serata “Aspetti sanitari: attività di sorveglianza passiva sui cinghiali selvatici e presentazione report 2019 delle attività gestionali del Parco Spina Verde”. «L’obiettivo dell’incontro è informare i cittadini sulla peste suina africana, per questo sarà presente anche un veterinario – spiega Vittorio Terza , direttore del parco Spina Verde – la serata è organizzata in collaborazione con ATS Insubria che ha comunicato la necessità di informazione su questa malattia, vista anche la proliferazione dei cinghiali nella nostra zona. Con l’occasione si comunicherà anche l’andamento dell’attività di contenimento svolta dal Parco quest’anno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA