La Procura: ora pugno duro  Raddoppiano le multe
Negozi chiusi in città

La Procura: ora pugno duro

Raddoppiano le multe

Como, cambia la contestazione. E per chi sgarra fedina penale sporca

Magistratura pronta ad attivarsi per far partire i decreti penali di condanna

Se qualcuno pensa di tentare la sorte ed evadere dall’obbligo di restare in casa perché, tanto, si parla al massimo di una multa di 200 euro (nel peggiore dei casi) senza tracce sulla fedina penale, è bene che prenda nota.

La Procura di Como ha deciso di contestare a tutte le persone denunciate fino ad oggi (e che saranno denunciate in futuro) per aver violato i divieti imposti per prevenire il contagio da coronavirus, non il reato di “inosservanza di un provvedimento dell’autorità” bensì una norma speciale contenuta nelle leggi sulla sanità del 1934. Un reato che, per la cronaca, prevede ammende pari al doppio di quanto ipotizzato fino ad ora e soprattutto macchia indelebilmente la fedina penale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA